Blog: http://PEZZEDAPPOGGIO.ilcannocchiale.it

Auguri a Massimo D’Alema

I 70 anni di D’Alema, un brindisi con il suo “Sfide” 

Focus

Ora è nel limbo della politica, chissà se la passionaccia per la politica è sempre in agguato

 

Dunque sono 70 le candeline che oggi Massimo D’Alema dovrà spegnere, l’età saggia di chi ne ha viste tante e tante ne ha fatte, nel bene e nel male, comunque sempre con la passionaccia dei vent’anni. Noi che ce lo ricordiamo al Congresso della Fgci del 1978 – durante i terribili 55 giorni del rapimento Moro! – avvertiamo come questa maledetta invenzione che chiamiamo “tempo” è sul serio una brutta cosa: sembra ieri che D’Alema era il capo prima dei giovani comunisti, poi dei postcomunisti, poi addirittura del governo italiano (e quanto si commuoveva Cossiga per aver portato il primo comunista a Palazzo Chigi!).

Massimo D’Alema è invecchiato, come tocca a tutti, ma la passionaccia è sempre in agguato. Chissà. E comunque, in alto i calici idealmente col suo vino chiamato non casualmente “Sfide”.

Pubblicato il 20/4/2019 alle 16.21 nella rubrica "Humani nihil a me alienum puto" TERENZIO.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web